FEDIBUR Federazione Italiana Burracolive


<< Back

Vademecum Delegati Federali
(scaricalo in formato pdf)
Articolo 1 - Il¬†Delegato Fedibur¬ģ¬†

L'iscrizione all'Albo Nazionale Tecnico dei Delegati¬†ed il rilascio della tessera con la relativa qualifica,¬†contraddistinguer√† il socio come Delegato Fedibur¬ģ per specifiche¬†zone geografiche di competenza. Tale qualifica¬†√® propedeutica ai seguenti parametri fondamentali:

  • l'individuazione da parte del Direttore tecnico nazionale¬†del soggetto che abbia i requisiti attitudinali per lo svolgimento di tale¬†mansione;
  • la richiesta dell'interessato all'iscrizione Fedibur¬ģ in qualit√†¬†di "Delegato", attraverso la compilazione del¬†modello prestampato ed il versamento della relativa quota annuale d'iscrizione;
  • l'approvazione¬†della domanda da parte del Consiglio Direttivo;
  • la preparazione dell'interessato a tale incarico, attraverso¬†stage¬†di formazione e¬†relativa verifica.

Un Delegato Fedibur¬ģ, durante il periodo della sua mansione,¬†potr√†¬†organizzare tornei sportivi di burraco esclusivamente per conto della¬†Fedibur¬ģ e solo dopo averne ottenuto il consenso. Si specifica¬†che, sull'intero territorio nazionale, √® severamente vietato giocare a carte erogando, sotto qualsiasi forma, quantit√† e valuta, premi in denaro o riconducibili ad esso.
Eventi agonistici organizzati nel contesto di campionati sportivi nazionali e realizzati da apposite associazioni di specifica natura giuridica sportiva, consentono, con determinate procedure amministrative e limiti di impostazione fiscale, il riconoscimento di premi in denaro per i vincitori.
Il Delegato Fedibur¬ģ evitando di infrangere le Leggi vigenti, non potr√† quindi mai realizzare¬†alcun torneo di burraco, se non attraverso¬†le regole dettate¬†dai campionati agonistici sportivi¬†Fedibur¬ģ.

Articolo 2 - Struttura operativa

La struttura operativa dei Delegati Fedibur¬ģ √® divisa per: Delegati zonali¬†e di serie.
Il Delegato zonale realizza i campionati territoriali (es.: regionali, provinciali, ecc..) mentre il Delegato di serie realizza i campionati nazionali (es.: di serie A, B, C, D, Promozione, ecc....).
La massima Autorit√† di Vigilanza di tutti i Delegati¬†√® indicata nel Direttore tecnico nazionale¬†Fedibur¬ģ, che ha il compito di proporre¬†al Consiglio Direttivo,¬†la nomina e/o la cancellazione¬†dall'Albo Tecnico di ciascun¬†Delegato.
Non potranno coesistere ed operare due Delegati Fedibur¬ģ¬†in una stessa¬†zona o in¬†una stessa serie¬†ed essi saranno individuabili¬†univocamente ed esclusivamente¬†dalla loro relativa iscrizione nell'Albo Nazionale Tecnico Fedibur¬ģ.
Il Consiglio Direttivo¬†della Fedibur¬ģ, a proprio insindacabile giudizio, pu√≤ revocare qualsiasi incarico.

Articolo 3 - Competenze 

  • i Delegati¬†svolgeranno la propria mansione con seriet√† competente, coniugando scopi ed obiettivi previsti e pubblicati nello statuto Fedibur¬ģ¬†e potranno realizzare¬†autonomamente programmi operativi atti alla diffusione del gioco tradizionale del burraco, quali attivit√† didattiche per l'avvio, l'aggiornamento ed il perfezionamento della attivit√† sportiva;
  • i Delegati dovranno saper organizzare ed amministrare i tornei sportivi di burraco;
  • i Delegati dovranno saper redigere tutte le documentazioni fiscali ed amministrative previste per Legge;
  • i Delegati dovranno saper iscrivere¬†nuovi soci;
  • i Delegati¬†curano le relazioni e determinano lo sviluppo e la costituzione di nuove associazioni/societ√† sportive, conoscendone i sistemi;
  • i Delegati curano le relazioni con gli¬†arbitri e gli operatori informatici;
  • i Delegati¬†conosceranno il regolamento, l'etica ed il codice di gara Fedibur¬ģ;
  • i Delegati per deontologia, etica e moralit√†, non aderiscono verosimilmente ad altre strutture organizzative che, pur avendo scopi sociali simili alla Fedibur¬ģ, non condividono il tradizionale Regolamento di gioco del burraco;
  • i Delegati¬†parteciperanno alle assemblee indette dal Consiglio Direttivo;
  • i Delegati¬†divulgheranno¬†gadget Fedibur¬ģ¬†e proporranno¬†sponsorizzazioni¬†locali o nazionali;
  • i Delegati,¬†durante lo svolgimento di un torneo,¬†potranno¬†attivarsi¬†per¬†accreditare coppie in gara, collaborare con il giudice e gli arbitri di gara, collaborare con gli operatori informatici, sostituire atleti in gara, verificare score, controllare la sicurezza in sede di gara, sistemare corredi ed accessori di gara, redigere qualsiasi¬†documentazione necessaria.¬†

Articolo 4 - Rapporto di lavoro

Il Delegato, con la qualifica assunta attraverso l'iscrizione al relativo Albo Nazionale Tecnico, ottiene una nomina sportiva revocabile, accettando di
svolgere la propria mansione¬†in modo del tutto volontaria, senza alcun vincolo di subordinazione nei riguardi della Fedibur¬ģ, esonerandola da ogni responsabilit√† per il suo operato, con l'unico intento disinteressato di raggiungere scopi ed obiettivi previsti dalla Fedibur¬ģ.¬†

Articolo 5 - Assemblee

I Delegati si riuniscono almeno una volta l'anno.
In occasione delle assemblee dei Delegati, viene di regola fissata la data della seduta successiva.
IIl Direttore Tecnico nazionale¬†che presiede e dirige l'assemblea, la convoca al pi√Ļ tardi 30 giorni prima della data termine, presentando una lista dei punti all'ordine del giorno.
Il verbale delle decisioni, redatta in lingua italiana, deve essere comunicato dal Direttore tecnico a tutti i Delegati non intervenuti ed al Consiglio Direttivo nazionale, entro 30 giorni dalla data del verbale.

Articolo 6 - Informazione di carattere generale

Il gioco del burraco non è attualmente un gioco riconosciuto dal Coni.
Come tale in Italia non esiste una¬†Federazione di Burraco riconosciuta dal¬†Comitato Olimpico Nazionale, quindi¬†il Burraco √®¬†sostenuto, attraverso la Fedibur¬ģ, come nuova attivit√† sportiva.
 

Qualsiasi critica costruttiva di un Delegato sarà sempre ben accetta dal Consiglio direttivo che cercherà di proporre e concordare le giuste soluzioni.


<< Back